Luca - ITALIAN STALLION SHEMALE MISTRESS

Vai ai contenuti

Menu principale:

Racconti

Ieri l’ennesimo incontro con jessica una vera dea del sesso sempre affamata e pornografica non dimenticherò mai il ne crea sempre di nuovi ma questa è un’altra storia….giorno che l’ho incontrata ero fermo a un semaforo pioveva a dirotto come solo a roma sa fare lei con aria sicura si avvicina ancheggiando sui suoi tacchi vertiginosi mi bussa al finestrino e mi chiede di aprirle la portiera pensavo fosse solo una ragazza in difficoltà e visto il meraviglioso e ipnotico aspetto volevo dimostrarmi disponibile.. ancora non immaginavo di essere capitato nella trappola di un predatore sessuale..

Le do un passaggio come potete immaginare per sdebitarsi mi offre di bere qualcosa da lei ma più che un offerta sembra quasi un ordine io non che non riesco a staccare gli occhi dalle sue gambe fasciate da calze a rete e messe in evidenza da una mini da capogiro non posso che accettare (sono già suo e lei se ne accorge immediatamente)
mi siedo su una poltrona e lei maliziosamente inizia a sbottonarmi e lavorarmi di bocca (il pompino più bello che abbia mai ricevuto) quando sono in tiro si sposta il perizoma e si siede su di me calvacando il mio pene come un amazzone nella foga dei suoi movimenti sento un primo click ma non ci bado poi un secondo click e mi ritrovo le braccia ammanettate penso sia un modo per aggiungere un po’ di pepe alla cosa e invece avvenne la cosa che mi cambio per sempre la vita: mia moglie sbuca dalla stanza accanto con una video camera e jessica tira fuori il suo pene lungo più di 22 cm e me lo infila in bocca senza troppi complimenti mi tappa il naso e quindi sono costretto a succhiare come la peggiore delle puttane di strada mentre mia moglie filma tutto jessica esplode in una sborrata che in parte ingoio e in parte inonda il mio viso ma lei non è ancora soddisfatta (imparerò col tempo che una sola sborrata per la dea non è che un antipasto) a quel punto mi alza le gambe ho il culo completamente inerme e vengo penetrato senza pietà a un certo punto mia moglie smette di riprendere si è arrapata anche lei allora jessica prende dalla sua collezione un doppio fallo una parte la infila nel mio culo l’altra nel suo e col suo pene penetra quella cagna in calore di mia moglie restiamo così fino a quando Jessica non è soddisfatta e appagata (un tempo interminabile con il mio culo completamente dilatato) al termine mi fanno ripulire e mi annunciano la mia iscrizione nell’harem di Jessica (l’ultimo regalo che la mia ormai ex moglie mi ha fatto) questo implica una serie di obblighi e di compiti infiniti come la fantasia di Jessica che ne crea sempre di nuovi ma questa è un’altra storia….


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu