Recensione - ITALIAN STALLION SHEMALE MISTRESS

Vai ai contenuti

Menu principale:

Racconti

Recensione al caldo
Divina Padrona dopo il nostro ultimo incontro sento il bisogno irrefrenabile di scrivere un resoconto dell’accaduto per far sapere a tutti quale meravigliosa Mistress lei sia
Inizio col dirle che fin da quando ha aperto la porta del suo regno mi sono sentito completamente in balìa della sua volontà la sua fisicità è perfetta stretta in un bustino e slanciata verso il celo dai suoi vertiginosi tacchi e uno sguardo che non ammette repliche  in una parola un’amazzone guerriera. Appena entrato mi ha fatto subito abbigliare come si addice a uno schiavo: tutina in latex polsiere, cavigliere, collare a cui aveva aggiunto una catenella legata ai capezzoli in modo tale che a ogni strattone del guinzaglio una fitta di dolore percorresse il mio corpo come una scarica elettrica e per finire una maschera totale in latex e una ball gag per soffocare ogni mia inutile supplica sul nascere.


Così abbigliati ci siamo recati nel suo salotto e trascorso le ore più intense della mia vita in particolare non dimenticherò mai l’intensità delle emozioni provate quando mi ha legato faccia al pavimento tipo musulmano in preghiera con il mio culetto e il mio intero corpo completamente nelle sue mani… usato prima come poggia piedi poi frustato senza pietà e infine violato con le palline cinesi che mi ha fatto tenere per il resto della sessione che ho passato a farle da sguattero, lustra scarpe, e massaggiatore per farla giustamente rilassare dopo una sessione tanto intensa.

Il finale non poteva essere più dolce con il suo sperma che ha preso il posto della ball gag nella mia bocca anche se il suo pene è talmente grosso che ne un colpo di tosse me ne ha fatto cadere alcune gocce che ho prontamente raccolto con la lingua dal pavimento.
Spero di poter tornare presto al suo cospetto perché da quando ho lasciato il suo regno le mie giornate sono diventate lunghe e grigie la sua capacità di dare ordini e di sottomettere è andata oltre i miei sogni più proibiti e adesso vivo solo in funzione dei suoi bisogni e spero di avere presto l’onore di essere aggiunto al suo harem di money slaves !


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu